Home Sport Il Citta’ S.Agata tra vecchi e nuovi si attrezza per la serie...

Il Citta’ S.Agata tra vecchi e nuovi si attrezza per la serie D

178

Il Citta’ S.Agata prosegue i fuochi d’artificio sul mercato dopo aver sistemato staff tecnico e medico e perfezionato l’iscrizione al suo primo campionato di serie D. Tra nuovi arrivi e conferme si sono succeduti in rapida sequenza l’attaccante juniores Antonio Romeo, il jolly Giuseppe Conti, capitan Giorgio Cicirello, il centrocampista Peppe Costa, il difensore Davide Dama, il 31enne attaccante argentino Guido Abayian, 191 cm di altezza, il forte centrale difensivo Simone Brugaletta e l’esterno d’attacco Ivan Perkovic sono al momento i tasselli biancoazzurri. Quando all’inizio del ritiro pre campionato mancano 15 giorni, il riconfermato tecnico Pasquale Ferrara , fa il punto sul mercato e su altre situazioni. “La società si sta muovendo benissimo – afferma Ferrara -, sta facendo un mercato ottimo ma oculato allo stesso tempo. Non avendo un budget illimitato, di comune accordo stiamo individuando quei profili di calciatori che fanno al caso nostro, visto che l’obiettivo primario è quello di durare nel tempo. Insomma non vogliamo fare il passo più lungo della gamba, anche perchè ciò che è successo anni addietro nei paesi limitrofi ci deve essere da esempio. Per l’inizio del ritiro conto di avere già una rosa composta di almeno l’ 80, 90% in maniera tale da cominciare sin da subito a lavorare sui principi di gioco. Rispetto alla stagione scorsa sarà una squadra quasi del tutto rinnovata, motivo per cui serve tempo per assimilare ciò che voglio e metterlo poi in pratica sul campo. Noi avremo una prima fase una sorta di pre ritiro che comincerà il 10 agosto, ed in quella circostanza spero di visionare tanti giovani dell’hinterland che possano fare al caso nostro. A cavallo di ferragosto ci sarà una pausa per poi partire ufficialmente con il ritiro nel pomeriggio di lunedì 17 agosto. Un ritiro che la squadra svolgerà tra sedute tecnico / tattiche al Fresina e parte del lavoro muscolare che sarà svolto presso la Wellnext. La mia squadra deve avere il senso ed il gusto del gioco, al di là della categoria e del modulo. La filosofia, dunque sarà sempre la stessa, fermo restando che siamo in un campionato diverso. Tutto l’ambiente deve capire, che sarà difficile ripetere i risultati delle ultime stagioni, dove il Città di Sant’Agata ha sempre fatto campionati di vertice. Questo non significa che al di là di chi sia l’avversario di turno, partiremo battuti, però tutti devono anche avere la “cultura” della sconfitta. Insomma la 4′ Serie è tutta un’altra cosa e serve grande equilibrio anche nel gestire eventuali periodi negativi, quindi non dobbiamo esaltarci nelle vittorie e non dobbiamo deprimerci nelle sconfitte”.