Home In primo piano In Sicilia la scuola inizia il 14 settembre, chiusura l’8 giugno

In Sicilia la scuola inizia il 14 settembre, chiusura l’8 giugno

642

Anche in Sicilia la scuola inizia il 14 settembre. L’assessore all’Istruzione Roberto Lagalla ha firmato il decreto sul calendario scolastico 2020/2021. Raccogliendo la raccomandazione della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, la prima campanella suonerà lunedì 14 settembre. E dopo 208 giorni (207, se la festa del santo patrono cade in un giorno di lezione) le attività didattiche si concluderanno martedì 8 giugno.

Per le scuole dell’infanzia, le attività scolastiche si concluderanno il 30 giugno, dal 9 giugno potranno funzionare le sezioni che accolgano i bambini che continuano a frequentare la scuola. E le maestre potranno turnare. Nell’Isola, le vacanze di Natale inizieranno lunedì 21 dicembre e si protrarranno fino al 6 gennaio. In tutto, 18 giorni (19, per le scuole che adottano la settimana corta) di sospensione delle lezioni. La sosta per la Pasqua è prevista dall’1 al 5 aprile 2021.

In Sicilia non sono previste altre interruzioni tranne quelle del calendario nazionale: 1° Novembre (Ognissanti), che cade di domenica, 8 dicembre (Immacolata concezione), 25 aprile (festa della Liberazione), che cade di domenica, sabato 1° maggio (festa dei Lavoratori) e 2 giugno (festa della Repubblica), più la festa del santo patrono. Il 15 maggio l’Autonomia regionale si festeggerà in classe approfondendo lo Statuto della regione siciliana. L’assessorato regionale ha previsto che le istituzioni scolastiche, a partire dal 14 settembre, in relazione alla situazione epidemiologica, dovranno prevedere un ingresso graduale delle classi per evitare assembramenti. Le lezioni che non si svolgeranno dovranno essere (di regola) recuperate a meno che non si tratti di eventi straordinari.