Home Attualita' Alunni accompagnati da un solo genitore: le nuove regole per la scuola

Alunni accompagnati da un solo genitore: le nuove regole per la scuola

321

Dall’help desk al scuole, le modalità di entrata e di uscita, l’igiene degli spazi, fino all’impegno politico per il superamento delle “classi pollaio”, con l’intenzione di avviare un iter normativo per stabilire un tetto massimo al numero di alunni nelle classi. È stato firmato questa mattina dal Ministero della Pubblica Istruzione e dai sindacati il ​​Protocollo per garantire un inizio sicuro dell’anno scolastico. Il documento offre regole alle istituzioni educative e vuole essere un punto di riferimento anche per studentesse, studentesse e famiglie.

Per ridurre l’accesso dei “visitatori” alla scuola, lo studente può essere accompagnato “da un genitore single o da un adulto delegato dai genitori o da chi esercita la responsabilità genitoriale, nel rispetto delle norme generali di prevenzione dal contagio, compreso l’uso di la maschera durante tutta la permanenza all’interno della struttura », questo è stabilito dal Protocollo per la riapertura delle scuole.

Scuola, per bambini della scuola materna e della scuola materna, nessuna maschera richiesta. I genitori controlleranno la temperatura

“Il Ministero ha appena dato il via libera al Protocollo Sicurezza per la ripresa di settembre. Un accordo importante che contiene le misure da adottare per garantire la tutela della salute di studenti, studenti e personale, ma anche impegni che guardano al futuro e migliorano la scuola come il contrasto delle classi cosiddette ‘pollaiò’, una battaglia che porto avanti da tempo e che rappresenta per me una priorità “. Scrive su Facebook il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina annunciando la firma del Protocollo per la ripresa sicura dell’anno scolastico «Ringrazio i sindacati – aggiunge – e tutti coloro del Ministero che si sono impegnati per questo risultato tanto atteso per la scuola. Sono regole chiare che danno certezza ai dirigenti scolastici, al personale, alle famiglie, alle ragazze e ai ragazzi che si apprestano a rientrare in aula.

L’eventuale chiusura delle scuole – dopo la ripartenza prevista a settembre – sarà decisa “in base al numero di casi accertati” di nuovo coronavirus riscontrati nelle istituzioni. Un solo caso di positività, nota il documento, non dovrebbe portare alla chiusura della scuola se “la trasmissione non è elevata”. Nelle istituzioni è prevista anche la presenza di un referente scolastico per Covid-19.