Home Politica Sant’Agata M.llo: la minoranza interroga sullo stato di degrado e sull’incuria del...

Sant’Agata M.llo: la minoranza interroga sullo stato di degrado e sull’incuria del paese e dei torrenti

149

I Consiglieri Comunali del Comune di Sant’Agata di Militello, Nunziatina Starvaggi, Monica Brancatelli, Melinda Recupero, Giuseppe Puleo, Antonio Vitale hanno presentato una interrogazione consiliare al primo cittadino Bruno Mancuso, in merito allo stato di degrado di molte zone della città concentrandosi particolarmente sui torrenti che attraversano il centro abitato e che necessitano di manutenzione e pulizia urgenti.

Molte zone del paese – secondo i consiglieri – si trovano in un totale stato di incuria ed abbandono con spazi verdi e strade sporchi ed erba incolta, nella nota si fa riferimento soprattutto a C/da Terreforti, Capita, Telegrafo, la circonvallazione Angelo Vicari. “Questa situazione viene continuamente segnalata dai cittadini e spesso risulta documentata in post pubblicati sui social network, che fotografano impietosamente tale preoccupante ed imbarazzante situazione in cui versa il paese” scrivono Starvaggi, Brancatelli, Recupero, Puleo e Vitale.

“Particolarmente preoccupante appare lo stato dei torrenti, i quali presentano una folta vegetazione spontanea e quindi rappresentano grossi rischi d’esondazione, qualora dovessero arrivare piogge abbondanti, per via delle interruzioni ed ostruzioni dei corsi d’acqua”.

“Infatti, a tutt’oggi non sono stati ancora compiuti gli abituali lavori di manutenzione e pulizia dei torrenti che attraversano il centro abitato e a causa dello stato in cui versano tali torrenti, la pioggia degli scorsi giorni ha comportato un ristagno di acqua, con conseguenti odori nauseabondi”. I consiglieri di minoranza hanno in più occasioni segnalato tali “inadempienze e lamentele dei cittadini, senza ottenere il risultato auspicato” e chiedono di conoscere “le ragioni per le quali non siano state effettuate azioni idonee, se sia stata fatta una programmazione degli interventi di pulizia e scerbamento delle contrade e di tutto il paese e, soprattutto, dei Torrenti che attraversano la città”. I consiglieri interrogano il sindaco per sapere “Se, ed in quali termini, viene fatta una programmazione di pulizia e scerbamento delle diverse zone del paese;  Se non ritiene necessario ed urgente attivarsi tempestivamente, programmando gli interventi di bonifica per cercare di rimuovere lo stato di degrado, il cattivo odore ed il pericolo; Se non ritiene prioritario intervenire programmando la pulizia dei torrenti Vallone Posta, Guanera, Alessi, Cannamelata, Carruba e tutti gli altri che si presentano nelle medesime condizioni”.