Home Sport L’Orlandina chiude una buona preseason perdendo a Trapani

L’Orlandina chiude una buona preseason perdendo a Trapani

172

Buono scrimmage contro Trapani per l’Orlandina Basket. 96-90 il finale per i padroni di casa ma, come sempre in questi casi, il punteggio è stato azzerato dopo ogni quarto. Questi i parziali: (28-17; 27-26; 15-25; 26-22). Top scorer dei biancoazzurri Floyd e Johnson con 20 punti a testa; 16 per Fall, 10 per Taflaj, 8 per Gay.
Ben più importante la partita di domani con la LNP che si riunisce a Cento, dove si disputano le finali di SuperCoppa, per fare il punto della situazione ad una settimana dal via dei campionati fissata per il weekend del 21 e 22 novembre. Come spiega Sportando il nuovo direttivo eletto lo scorso 31 ottobre affonterà le tematiche legate all’emergenza Covid e le possibili soluzioni da applicare al format di A2 e B. La delibera presidenziale della FIP che consente il ritiro senza conseguenze economiche e sanzioni da esercitare entro il 18 novembre non sembra al momento aver trovato adesioni, sembra comunque confermata la volontà di non modificare ulteriormente la data di inizio della stagione che, a meno di colpi di scena inattesi, prenderà effettivamene il via nel prossimo weekend. Anche per questo motivo sembra difficilmente praticabile l’ipotesi di modificare il format della serie B, passando dagli attuali 4 gironi da 16 squadre ad 8 gironi da 8 squadre con criteri di vicinorietà geografica (ma ci sarebbe sempre il problema di dove indirizzare le 4 siciliane…). L’ipotesi che LNP aveva messo sul piatto a luglio, scartata poi dalle società, richiederebbe ora più di qualche settimana per la sua formulazione per rifare gironi e calendari. Più che stravolgimenti si ragiona invece su eventuali correttivi, e tra le proposte al vaglio potrebbe esserci quella di modificare il format dell’A2. I rumors che circolano alla vigilia dell’assemblea ipotizzano la possibilità di eliminare la fase ad orologio, passando da 32 a 26 partite, azzerando le retrocessioni ed ampliando i playoff rispetto alle attuali 16 partecipanti. In tal modo, eliminando i turni infrasettimanali della prima fase, si snellirebbe il cammino dell’attuale fase a porte chiuse (la FIP ha dato facoltà anche alla serie A2 di giocare in palestre con un minimo di 400 posti omologati fino a quando non ci sarà pubblico sugli spalti).