L’associazione “Recitando e parolando” torna in scena, domani sera, sabato 23 giugno, sul palco del Teatro Vittorio Alfieri di Naso con la commedia “Un ricetta per single”.
Una storia di donne, di amicizia, di sentimenti e di passioni portate in scena da Elvira Rigoli, Valentina Aglio, Maria Molica Lazzaro, Francesca Pietropaolo e Michele Lucia, guidati nella regia da Donatella Ingrillì,
Una commedia frizzante e attuale che evidenzia, con leggerezza e ironia, situazioni e paradossi del quotidiano, tra amori che finiscono e solidarietà femminile, esaminando le varie visioni della vita di quattro donne solo apparentemente diverse tra loro.
Lo spettacolo, ad ingresso libero, inizierà alle 21.

Francesco Saporito sta combattendo una straordinaria battaglia, fatta di determinazione, dignità e grande attaccamento alla vita. La sua storia è ormai nota: Francesco, giovane commercialista pattese, da qualche anno è affetto dalla Sclerosi laterale amiotrofica – comunemente nota come SLA -, malattia neurodegenerativa che, pian piano, provoca una riduzione della capacità di movimento del corpo fino, nei casi più gravi, ad impedirli del tutto. Lo sconvolgimento che arreca una simile patologia è evidente; eppure, molte persone che vengono colpite da questa o da altre simili malattie scoprono una nuova forza ed un rinnovato amore verso la vita. Questo è certamente il caso di Francesco Saporito il quale, anche attraverso la cultura e l’arte della scrittura, ha saputo andare oltre i confini del proprio corpo ed affrontare con grande coraggio l’ardua prova che ha incontrato di fronte a sé: la SLA ne ha condizionato il corpo, ma non lo spirito.
Proprio grazie a questa indomita volontà, Francesco è diventato autore di due stupendi libri, editi da Pungitopo, “Sla…nci” e “Marco Polo, 78. A me musica è na Singer”, entrambi raccolte di poesie intense ed appassionate, capaci di riscuotere grande consenso e vivo interesse presso i lettori. Attraverso i versi e le parole, Francesco Saporito ha espresso se stesso, ha impresso i suoi ricordi, le sue emozioni, i propri stati d’animo. E, soprattutto, è stato in grado, nonostante la difficile condizione, di pensare al prossimo e, in particolare, a chi come lui si è trovato di fronte alla “asprezza” di una patologia degenerativa.
Infatti, con il ricavato della vendita delle raccolte di poesie, Francesco ha deciso di donare al Centro SLA di Mistretta il cosiddetto “terrazzo riabilitativo”, cioè un’area esterna per i pazienti ed i loro familiari. Il progetto è andato a buon fine: domani, alle ore 10:30, avverrà la cerimonia di inaugurazione proprio del terrazzo riabilitativo, ribattezzato “Astarte”. Si tratta di un traguardo dall’enorme significato, sia simbolico che sostanziale: in esso vi è la sintesi della preziosa generosità di Francesco e della raffinatezza della sua arte letteraria, ma anche del fatto che gli assistiti dal Centro Sla di Mistretta potranno contare su un ulteriore strumento per contrastare gli effetti della malattia.
Francesco Saporito ha risposto ad alcune nostre domande. Risposte che lasciano quasi di stucco, per l’immensa lezione di altruismo ed amore per la vita che esprimono.
Come sono nati l’idea ed il progetto di donare al Centro di Mistretta il “terrazzo riabilitativo”?
Ho notato che non esisteva uno spazio esterno ed ho pensato di realizzarlo. Con il progredire della malattia dovevo trovare un nuovo senso alla vita.
Quale significato ha per Lei aver raggiunto questo traguardo?
Nessuno, è stato un momento di vita ordinaria per me. Anziché mangiare un piatto di spaghetti ho lavorato al progetto.
Che valore ha avuto la scrittura in questo periodo così complesso?
Inestimabile. Mi fa da amica, fidanzata ed amante.

(si ringrazia l’Avv. Natalia Cimino per la collaborazione alla realizzazione dell’articolo)

Benito Bisagni

Nel tardo pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione di Santa Lucia del Mela, con l’ausilio di una Squadra dei “Cacciatori di Sicilia”, hanno arrestato un pensionato luciese, A.S., 66enne, per detenzione illegale di armi e munizioni. Nella località Timpanara, all’interno di un casolare di proprietà dell’arrestato, i Carabinieri hanno rinvenuto due armi mai denunciate: una pistola Beretta 1915, calibro 7,65, un fucile monocanna DELFO calibro 9 mm, entrambi provviste di matricola e perfettamente funzionanti. Le ricerche hanno permesso di recuperare e sequestrare anche 110 proiettili idonei per il fucile e 35 munizioni dello stesso calibro della pistola.
L’arrestato è stato accompagnato agli arresti domiciliari presso la sua abitazione così come disposto dal Sost. Proc. Dr. Alessandro Liprino della Procura della Repubblica di Barcellona P.G.. Sono in corso approfondite verifiche sull’origine e la provenienza delle armi e delle munizioni, le quali sono state sottoposte a sequestro, mentre verranno effettuati accertamenti tecnici sulla pistola al fine di appurare se sia stata mai utilizzata per commettere fatti delittuosi.

Si è svolta questa mattina l’attesa inaugurazione del nuovo Liceo Scientifico di Patti, con la tradizionale cerimonia del taglio del nastro da parte del Dirigente Scolastico Prof.ssa Graziella Gullotti Scalisi. Un taglio del nastro che la Città di Patti e tutto il comprensorio che gravita attorno al Liceo Scientifico pattese attendevano da ben 57 anni. L’evento si è svolto alla presenza, tra gli altri, del Vescovo della Diocesi patti, Mons. Guglielmo Giombanco, dell’ex Commissario straordinario della Città Metropolitana di Messina, Filippo Romano – il quale, insieme ai tecnici della Provincia ha profuso grande ed efficace impegno per la realizzazione completa dell’opera -, del Geometra della Città Metropolitana di Messina Nuccio Miceli, dell’ex Provveditore agli Studi di Messina, Gustavo Ricevuto, del Vice Prefetto di Messina, Natalia Ruggeri. Nutritissima, inoltre, la presenza dei docenti (“in servizio” e non) e dei collaboratori del Liceo pattese “Vittorio Emanuele III”, degli studenti, delle loro famiglie e delle varie componenti ed istituzioni politiche e sociali del territorio. L’ufficiale inaugurazione è servita anche per illustrare gli enormi ostacoli incontrati nei decenni precedenti e gli infiniti e vani procedimenti amministrativi che, come unico risultato, avevano prodotto la permanenza degli studenti in strutture del tutto inadeguate ed insicure. Adesso, è stata posta la parola fine ad una vicenda che, negli anni, ha provocato vibranti proteste e profonda rabbia verso quella parte di istituzioni non capace di dare adeguate risposte. La nuova struttura, rispondente a tutti i criteri di sicurezza e certamente moderna ed all’avanguardia, ospiterà già dal prossimo anno scolastico gli studenti del Liceo Scientifico e del Liceo Linguistico.

Franco Ingrillì

Il Sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì comunica che è in pagamento lo stipendio di aprile per i lavoratori a tempo determinato del comune. “Dopo quelli di febbraio e marzo, stiamo pagando anche il terzo emolumento nel giro di una settimana”, afferma il sindaco, “dimostrando di avere a cuore le sorti dei precari che ringraziamo per lo spirito di servizio e l’impegno che ogni giorno mettono nel lavoro”, conclude Ingrillì.

 

Nella foto, da sinistra, Gianfranco Gentile, Giuseppe Cuva, Leonardo Santoro, Giuseppe Salamone, Lorenzo Cocilovo

Si è svolto un incontro tra rappresentanti dei comuni di Mistretta, Pettineo e Motta D’Affermo con l’ingegnere Leonardo Santoro, direttore generale del Consorzio Autostrade Siciliane. Alla riunione – promossa dall’assessore comunale di Mistretta Lorenzo Cocilovo – erano inoltre presenti Gianfranco Gentile, presidente del consiglio comunale di Pettineo, Giuseppe Cuva, presidente del consiglio comunale di Motta D’Affermo e Giuseppe Salamone, consigliere comunale di Mistretta. Gli amministratori hanno chiesto informazioni in merito alle condizioni in cui versa l’autostrada Palermo – Messina A20. Santoro ha illustrato la situazione e gli interventi già realizzati e quelli in programma. Nello specifico: sono iniziati i lavori di sostituzione dei giunti tecnici nei viadotti nella tratta autostradale Cefalù – Santo Stefano di Camastra. Successivamente saranno posti in essere quattro interventi sul manto stradale da Buonfornello a Sant’Agata di Militello. Per quanto riguarda gli svincoli di Tusa e Santo Stefano di Camastra, entro il mese di Settembre saranno ultimati i lavori per riattivare gli impianti di illuminazione, oggetti di ripetuti furti dei cavi di rame . Inoltre si è anche attenzionata la questione Area di Servizio a Santo Stefano di Camastra e il direttore Santoro ha espresso la propria volontà nell’affrontare la vicenda e verificarne la fattibilità. Anche riguardo la cartellonistica, il Cas, si impegna nel giro di poco tempo a risolvere questa carenza. Al termine della riunione, gli amministratori presenti esprimono soddisfazione per la proficua interlocuzione avvenuta e rimarranno sempre vigili affinché vengano realizzati gli interventi citati.

 

L’acqua di Brolo torna ad essere potabile. Lo afferma il sindaco della Città del Castello Irene Ricciardello con un’ordinanza che, di fatto, revoca la precedente con la quale si vietava l’utilizzo del prezioso liquido. Dai risultati delle analisi dell’acqua effettuate tramite un prelievo avvenuto lo scorso 19 giugno dalla ditta Tetralab di Giammoro – incaricata dallo stesso comune brolese – è emerso che tutti i valori sono rientrati nella norma. L’ordinanza è stata già stata notificata al Comando dei Vigili Urbani di Brolo, pubblicata all’albo pretorio on line del comune. Una copia è stata trasmessa all’Asp di Patti che aveva sollevato la questione sulla potabilità delle acque brolesi.

foto di Natale Arasi

Doppio appuntamento, nel fine settimana, con la rassegna letteraria “Notturno d’autore”, realizzata dall’Assessorato alla Cultura in collaborazione con Mondadori Point e la società Porto Turistico di Capo d’Orlando.
Questa sera alle 19,30 nello spazio allestito nell’isola pedale del centro, verrà presentato il libro di Marco Amerighi “Le nostre ore contate”, edito da Mondadori.
Si tratta di un volume dalla rara forza descrittiva, capace di mettere in scena i sogni e i tormenti dell’adolescenza. Un romanzo che indaga la forza dell’amicizia, il dramma del tradimento e quel passaggio all’età adulta da cui raramente si esce indenni.
Il porto di Capo d’Orlando farà invece da sfondo, domani, sabato 23 giugno, alla presentazione del libro “L’amore capovolto” di Corrado Fortuna, edito da Rizzoli.
Si tratta della storia di un amore infranto e delle sue ferite guarite grazie al racconto di un altro amore vissuto durante i giorni della Resistenza.
“Notturno d’autore” è un progetto ideato da Lucia Franchina e realizzato con la collaborazione delle associazioni culturali e di volontariato, coinvolte dalle Consigliere Comunali Linda Liotta e Valentina Leonino.

Il Governo Regionale ha approvato la riforma del sistema dei rifiuti. Nel testo, predisposto dall’assessore Alberto Pierobon, è prevista una riduzione degli Ato: gli ambiti ottimali saranno nove e coincideranno con le vecchie Province. Ne faranno parte i sindaci del territorio guidati da un esterno, eletto dagli stessi primi cittadini. Secondo la riforma, tutto il personale sarà tutelato, compresi i precari arruolati negli ultimi anni. “Ieri sera abbiamo approvato in Giunta il disegno di legge sulle governance relative al settore dei rifiuti e lunedì lo depositeremo in Commissione all’Ars. Questo disegno di legge riguarda la razionalizzazione degli enti e delle società di gestione, e allo stesso tempo, la relativa programmazione. Prevede di avere 9 Ato per le nove province, tramite un procedimento transitorio graduale e controllato, salvaguardando i livelli occupazionali”. Sono le parole dell’assessore regionale all’Energia, Alberto Pierobon, che presenta il nuovo piano rifiuti in Sicilia.
“Abbiamo anche pronte – aggiunge Pierobon – delle convenzioni per intercettare i rifiuti a monte: una con le diocesi e con altri enti religiosi, per conferire i rifiuti in maniera selettiva e con la relativa premialità. Abbiamo anche in programma altre convenzioni del genere: con le grandi distribuzioni, supermercati e altro, e con la Coldiretti. Stiamo pure lavorando a una convenzione con l’Agenzia delle Dogane, per rendere ancora più trasparenti i flussi di rifiuti che arrivano e partono, in modo che ci sia più controllo e monitoraggio. Stiamo anche lavorando a rivisitare l’accordo Regione-Ministero dell’Ambiente, fermo al 2008, per rivitalizzare le somme sull’incentivazione della raccolta differenziata”.
“Prossimamente – sottolinea l’Assessore – porteremo anche il piano di governance sul sistema idrico. Poi ci sarà quello sull’eco tassa”.

repertorio

“Un violento ed improvviso acquazzone si è abbattuto ieri pomeriggio a Fantina, frazione di Fondachelli, nel Messinese. La grande quantità di pioggia caduta in poco tempo ha generato un fiume di fango e pietre, che si è riversato sulle strade della frazione, travolgendo anche alcune automobili. Due frane hanno determinato l’isolamento della frazione. Sono state invase dal fango sia la strada che da un lato porta a Fondachelli Fantina e sia quella che dall’altro porta a Novara di Sicilia. Al lavoro i vigili del fuoco del distaccamento di Milazzo, protezione civile comunale  e i carabinieri per mettere in sicurezza il territorio. Si sta facendo ancora la conta dei danni ad abitazioni, auto e strade. Fortunatamente nessuna persona è rimasta ferita durante le frane e gli smottamenti”.

(fonte Gds)

radio italia anni 60
griffe - shop
radio italia anni 60

ULTIME NOTIZIE

L’associazione “Recitando e parolando” torna in scena, domani sera, sabato 23 giugno, sul palco del Teatro Vittorio Alfieri di Naso con la commedia "Un...
WMF18
Conad
mark - spring summer
elits calzature
bar delle poste