Smottamento questa mattina sulla provinciale 161 che collega Sant’Agata Militello ad Alcara Li Fusi, in provincia di Messina. Il costone è franato, coinvolgendo anche un’auto in transito: la vettura è stata colpita da alcuni sassi, con il ferimento non grave del conducente.
Per il presidente della Regione la frana “è l’epilogo di una condizione di abbandono della viabilità provinciale che si protrae ormai da troppo tempo. Una realtà assai diffusa nelle aree interne e di collina. Ho già disposto, per la giornata di domani, un sopralluogo a cura del capo della Protezione civile regionale”. Secondo Musumeci “in pochi giorni – aggiunge – bisognerà capire i provvedimenti da adottare per ripristinare la percorribilità dell’arteria. Anche di questo, domani, parlerò con il sindaco di Alcara Li Fusi, insieme ai tecnici. Il problema di fondo resta: serve ammodernare la viabilità primaria delle aree interne e destinare a questo obiettivo adeguate risorse finanziarie”.

Si gioca ufficialmente solo per la seconda posizione che vale il miglior posto nella griglia dei play-off in un girone B di Eccellenza che il Città di Messina sta dominando con 14 vittorie di fila senza quasi mai subire gol e con qualche rigore che non guasta ma con un controllo mentale raramente visto a questi livelli. Una macchina da punti impressionante cui manca solo l’aritmetica a sei turni dall’epilogo, sette per chi ambisce alla pole position come il Città S.Agata che affronterà il Caltagione. Quella biancorossa se da un lato è vero che annaspa nella zona bassa di classifica, dall’altro è altrettanto vero, che è abituata a vendere cara la pelle, per ulteriori informazioni chiedere al Biancavilla, che è riuscito ad avere la meglio solo in pieno recupero, ed al Camaro che domenica scorsa ha prevalso con il punteggio di 2-1, vincendo in rimonta. Il Città S.Agata per i motivi più volti menzionati, è “obbligato” a vincere, senza fare calcoli e senza guardare la classifica. Il turno scorso ha consentito ai biancoazzurri di guadagnare due punti sul Biancavilla e portarsi a -1 dal 2′ posto, è rimasto invece immutato il gup con il vertice. Che squadra sarà quindi quello che affronterà il Caltagirone? Sicuramente sarà una squadra motivata e vogliosa di continuare il trend di vittorie. Sarà un S.Agata determinato che verrà schierato con il consueto 4-3-3.
SERIE D GIRONE I
Troina-Messina
Cittanovese-Igea Virtus
ECCELLENZA
Avola-Città di Messina 0-2
Camaro-Catania S.Pio X (Bisconte)
Città di S.Agata-Caltagirone
Pistunina-Giarre (Mili Marina)
PROMOZIONE
GIRONE B
Pro Tonnarella-Gangi 1-4
Real Finale-L’Iniziativa 0-0
Acquedolcese-Lascari
Geraci-Santangiolese
Stefanese-Gioiosa 1-2
Riposa: Sinagra
GIRONE C
Atletico Fiumefreddo-Tirrenia 0-1
Città di Mascalucia-Jonica 2-3
Giardini Naxos-Terme Vigliatore 0-2
Messana-Real Rometta 1-0
Messina Sud-Aci S.Antonio 1-3
Sporting Trecastagni-Gescal
Merì-Lineri Misterbianco
Torregrotta-Sporting Viagrande
PRIMA CATEGORIA
GIRONE C
Orlandina-Futura Brolo 1-2
Treesse-Proloco S.Ambrogio Cefalù 4-0
Castelluccese-Acquedolci
Due Torri-Rocca di Caprileone
Pettineo-San Basilio
Umbertina-San Fratello
Torrenovese-Sfarandina
GIRONE D
Monforte-Pro Falcone 3-3
Montagnareale-Or.Sa. P.G. 0-1
Nuova Azzurra-Aquila Bafia 1-0
Saponara-Pro Mende 3-1
Milazzo Academy S.Pietro-Duilia
Nuova Rinascita Patti-Virtus Milazzo
Rodì Milici-Furnari
GIRONE E
Pompei-S.Domenica Vittoria 0-3
Sporting Taormina-Aci Bonaccorsi 4-0
Aci San Filippo-Atletico Messina
Pisano-Città di Villafranca
Valdinisi-S.Alessio
2^ CATEGORIA
GIRONE C
Aluntina-Saponarese
Fondachelli-Tortorici
Ludica Lipari-Alcara (ore 12)
Nasitana-Città di Mistretta
Stefano Catania-Rosmarino (Rinviata per lutto al 7 marzo)
Riposa: Pgs Luce e Juvenilia
GIRONE D
Atletico Francavilla-Akron Savoca 2-1
Robur-Fiumedinisi 1-0
Città di Roccalumera-Sporting Club Pasteria
Antillese-Itala
Fasport-Furci
Limina-Giovanile Mascali
Riposa: Nikeclub Giardini

Detenzione illegale di munizioni e sequestro di 6 quintali di prodotti caseari. E’ l’esito delle operazioni effettuate dai militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Mistretta unitamente ai carabinieri della stazione di Castel di Lucio e quelli dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia.
I militari hanno deferito in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Patti e presso il Tribunale dei minori di Messina, due uomini, G.S, 47enne di Castel di Lucio; I.A., 34enne di Mistretta e G.F., 17enne rumeno. I tre sono tutti ritenuti responsabili di detenere abusivamente 27 cartucce cal. 12, abilmente occultate all’interno di un casolare di pertinenza dell’azienda agrozootecnica di proprietà del 47enne di Castel di Lucio che sono state sottoposte a sequestro. All’interno del casolare i carabinieri hanno scoperto circa 6 quintali di prodotti caseari, detenuti in cattivo stato di conservazione, che sono stati debitamente sequestrati e che saranno successivamente distrutti.

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, sarà domani, domenica 25 febbraio, a San Fratello in occasione dell’ottavo anniversario della frana del 2010. In seguito alla frana del 14 febbraio 2010 che provocò la distruzione di oltre 100 ettari di territorio, oltre mille persone dovettero lasciare le proprie abitazioni, perché crollate o lesionate tanto da essere inagibili. La scuola e la chiesa, fortemente danneggiate furono abbattute per essere poi ricostruite. L’inizio delle celebrazioni, che si terranno nei locali dell’auditorium della scuola media di via Apollonia, è previsto per le ore 11. All’incontro parteciperà anche l’ingegnere Calogero Foti, dirigente del dipartimento regionale di Protezione civile.

Respinto dal Tar Sicilia il ricorso dell’ex deputato dell’Assemblea regionale siciliana, Marco Forzese, candidato alle regionali del 5 novembre scorso con la lista “Alternativa Popolare – Centristi per Micari”, per l’annullamento delle operazioni elettorali.
La lista regionale collegata non ha raggiunto il quorum del 5 per cento su base regionale per l’assegnazione dei seggi e l’ex deputato, avendo appreso che molti candidati dei collegi circoscrizionali di tutte le province risultati eletti non avevano dichiarato l’insussistenza delle cause di incandidabilità previste dalla legge Severino ha proposto un ricorso giurisdizionale davanti al Tar.
In particolare, Forzese ha sostenuto se tali candidati fossero stati esclusi dalla competizione elettorale la lista “Alternativa popolare – Centristi per Micari” avrebbe superato il quorum del 5 per cento prescritto e sarebbe stato eletto deputato.
Per effetto della sentenza del Tribunale amministrativo regionale tutti i deputati regionali neo eletti resteranno in carica.

Gli uomini della Guardia Costiera di Milazzo hanno eseguito un provvedimento di sequestro preventivo, emesso dal Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, di un’area demaniale marittima di circa 283 metri quadrati abusivamente occupata da una struttura adibita ad officina meccanica, nella zona dell’avamporto del complesso turistico di Portorosa nel Comune di Furnari. L’attività di indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Barcellona P.G., nasce da una verifica effettuata dalla Capitaneria di Porto Guardia Costiera di Milazzo, a seguito della quale è stato accertato che l’officina meccanica occupava un’area demaniale marittima mediante il mantenimento di una porzione di fabbricato, destinato a magazzini ed uffici a servizio della medesima attività commerciale, senza il previsto titolo concessorio in corso di validità. La Procura, ravvisando la configurabilità dell’illecito di abusiva occupazione demaniale per il mantenimento delle strutture sopra citate, ha richiesto ed ottenuto il decreto di sequestro preventivo dell’intera superficie utilizzata abusivamente, ravvisando che la disponibilità dell’area avrebbe potuto aggravare e protrarre le conseguenze della medesima condotta illecita.

Ha ottenuto gli arresti domiciliari l’ex assessore allo sport del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, Angelo Coppolino, finito in carcere nell’ambito di una inchiesta giudiziaria relativa alle concessioni edilizie e agli abusi per realizzazione di un B&B riconducibile ai suoi familiari. Il gip Fabio Gugliotta ha accolto la richiesta presentata dall’avvocato Salvatore Silvestro e ha disposto gli arresti domiciliari. Nella stessa inchiesta è stato coinvolto anche il sindaco Roberto Materia, che è stato raggiunto dalla misura di divieto di dimora. Materia è stato interrogato nei giorni scorsi

I finanzieri della Tenenza di Sant’Agata di Militello hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Patti due imprenditori della zona e sequestrato un impianto abusivo di distribuzione di carburante contenente 9.000 litri di gasolio. La violazione contestata riguarda l’illecita commercializzazione di prodotto energetico. I responsabili rischiano adesso la pena della reclusione da 1 a 5 anni oltre alla multa non inferiore a 7.746€. Il valore complessivo dell’impianto e del gasolio sequestrati ammonta ad oltre 30.000 €.
Le indagini hanno consentito di verificare che l’impianto, composto da una cisterna munita di erogatore automatico e due pistole erogatrici, era completamente abusivo, in quanto sprovvisto di qualsiasi autorizzazione amministrativa e delle certificazioni antincendio previste e pertanto rappresentava un potenziale pericolo di infiammabilità e scoppio.
L’attività appena conclusa rappresenta lo sviluppo di pregresse attività investigative svolte nello specifico settore al fine di ricercare e reprimere comportamenti fraudolenti che determinano la sottrazione di ingenti somme dalle casse dello Stato. In particolare, a seguito dell’attività di intelligence svolta dai finanzieri, sono stati scoperti alcuni trasferimenti di prodotto energetico, che avvenivano soprattutto nei fine settimana ed al di fuori dei circuiti ufficiali di distribuzione.
I successivi riscontri hanno consentito di acquisire tutti gli elementi necessari per procedere al sequestro dell’impianto e dell’ingente quantitativo di prodotto energetico detenuto in totale evasione di imposta.
L’operazione di servizio, che ha consentito di interrompere tale traffico illecito di carburanti, conferma il costante impegno della Guardia di Finanza quale organo di polizia economico-finanziaria a tutela della entrate erariali e del corretto svolgimento della concorrenza tra i vari operatori commerciali del settore.

L’intera comunità di Militello Rosmarino si è stretta commossa attorno alla famiglia di Biagio Pace, il 24enne morto in un incidente stradale a Sora, in provincia di Frosinone. Oggi pomeriggio nella chiesa Madre si sono svolti i funerali e tutti gli amici di Biagio hanno indossato una maglietta che riproduceva una sua foto, mentre all’uscita del feretro decine di palloncini sono volati in cielo. In testa al corteo funebre uno striscione con la scritta ‘questa vita non sarà mai come la volevi tu, quindi ridici sopra e non pensarci più’.

La giunta regionale ha impugnato, con atto formale, la Legge di bilancio dello Stato per il 2018, nella parte in cui introduce oneri finanziari a carico della Regione Siciliana e delle ex Province regionali.
“In particolare – spiega l’assessore all’Economia, Gaetano Armao – si contesta la legittimità costituzionale nella parte che impone una riduzione della spesa anche per i settori vitali dello sviluppo economico e le previsioni che determinano un prelievo forzoso sugli enti intermedi per complessivi 200 milioni di euro circa”.
“In sede di negoziato a Roma sull’autonomia finanziaria – auspica il presidente della Regione, Nello Musumeci – si trovi una soluzione ragionevole che, senza nulla togliere al dovere di risanamento della finanza pubblica, consenta alla più povera Regione italiana di attivare gli essenziali strumenti di sviluppo”.

griffe - saldi

ULTIME NOTIZIE

Smottamento questa mattina sulla provinciale 161 che collega Sant'Agata Militello ad Alcara Li Fusi, in provincia di Messina. Il costone è franato, coinvolgendo anche...
bar delle poste
elits calzature
Radio Italia Anni 60
Conad
mark - saldi