Home Blog

Lipari, si rinnova lo “sposalizio dei faraglioni”

Un centinaio di imbarcazioni hanno preso parte nelle acque dell’isola di Lipari al ventennale dello “Sposalizio dei Faraglioni” con la processione in mare dal porto di Marina Corta fino agli scogli di Petra Minalda e Petro Longu. Alle Eolie il corteo di barche verso i due giganti di roccia sul mare sono una delle attrazioni per i turisti. La processione delle barche infiorate è una tradizione per il rito propiziatorio in vista dell’inverno. Il corteo di barche è stato guidato dallo storico veliero “Sigismondo”, di capitan Felice Merlino. Premiate le coppie e le barche piu’ fiorite. I sub Pino Vadalà, Gaetano Giuffrè, Domenica Iannello e Ginevea Vadalà a 15 metri di profondità, ai piedi dei due scogli giganti di 80 e 20 metri, hanno posizionato la targa ricordo in pietra del Maestro Santino Basile e le fedi realizzate dal Maestro Paolino Spada

Messina: 25enne gambizzato a colpi di pistola

Un giovane di 25 anni è stato ferito alle gambe la notte scorsa in un agguato avvenuto nel rione Bisconte a Messina. La vittima è stata affrontata davanti al cancello della sua abitazione da un sicario che gli sparato sette colpi di pistola, colpendolo ad una gamba. Il ferito, subito trasportato all’ospedale Piemonte, non è in pericolo di vita. L’uomo che ha sparato é poi fuggito su uno scooter. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri che ipotizzano un regolamento di conti all’interno della criminalità

“Comuni in crisi”: 107 amministratori siciliani scrivono a Musumeci

Nella giornata di ieri Venerdì 20 Settembre, più di 100 amministratori locali siciliani hanno inviato una nota al Presidente della Regione Sicilia On. Nello Musumeci ed all’On. Gianfranco Miccichè, Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, evidenziando alcune criticità che perdurano nei Comuni. 
La missiva è stata inviata in concomitanza della questione, avvenuta qualche giorno addietro, del Collegato in Regione Sicilia che è saltato a causa della mancanza di fondi.
La lettera non ha alcun colore politico e nasce spontaneamente con il solo scopo di lanciare un monito garbato a tutti i componenti del Governo e Parlamento regionale, in maniera tale da porre in essere iniziative concrete che possano scongiurare il persistere di tale situazione che metterebbe in crisi il nostro territorio.
Gli amministratori, auspicano una rapida risoluzione della problematica , facendosi interpreti di migliaia di cittadini, che loro stessi rappresentano, che vorrebbero assolutamente scongiurare un default finanziario con il conseguente rischio per diversi servizi resi alle loro comunità. 
La missiva è stata inviata appositamente ai due maggiori Organi Istituzionali della Regione Sicilia affinche’ si facciano interpreti , ognuno con il proprio ruolo e per le proprie competenze, del messaggio che gli amministratori hanno voluto lanciare, avendo come unico scopo la tutela delle realtà locali che essi rappresentano.

di seguito il testo della missiva:

“Al giorno d’oggi amministrare un Comune è certamente un’impresa ardua per svariate motivazioni che rendono l’attività di un ente locale piena di ostacoli a causa della mancanza di fondi erogati agli stessi che, sia lo Stato che la Regione nel corso degli anni, hanno diminuito considerevolmente.

Tutto ciò sfocia nell’assoluta incertezza nel redigere bilanci di previsione che , nella maggior parte dei casi, i Comuni sono costretti ad approvare oltre i termini consentiti dalle normative vigenti e con le relative conseguenze che genera tutto ciò poiché , gli enti inadempienti hanno possibilità di azione limitata alle sole spese obbligate, ossia per legge e per contratto.

Nei giorni scorsi abbiamo appreso chel’Ars non può approvare leggi di spesa e quindi sono state stralciate tutte le norme che prevedono l’impiego di denaro pubblico e nello specifico non riceveranno fondi : teatri, associazioni antiracket, enti e fondazioni.

La Regione Sicilia sta pagando amaramente debiti accumulati nel corso degli ultimi decenni e che adesso hanno messo in ginocchio la macchina amministrativa regionale, bloccando numerose spese.

Siamo assolutamente convinti che c’è bisogno di un’inversione di rotta e che tutto il Parlamento Regionale , mettendo da parte la propria appartenenza di partito, si faccia promotore di iniziative che possano scongiurare che la situazione finanziaria precipiti ancor di più con le relative disastrose conseguenze.

Non abbiamo una visione pessimistica ma vogliamo fare un appello a tutto il Parlamento regionale affinchè ci sia un grande senso di responsabilità nell’affrontare il momento attuale. A nostro avviso, le divisioni e le bagarre d’aula servono a poco perché , allo stato attuale, la Sicilia ha necessità di uscire fuori da questa fastidiosa problematica che ha , per il momento, congelato numerose spese importanti.

Anche se gli Enti che rappresentiamo non hanno potere decisionale in merito all’attuale vicenda riguardante il Collegato che in pratica è saltato, vogliamo invitare tutto il Governo e Parlamento Regionale ad affrontare l’attuale situazione evitando sterili polemiche e rimbalzi di responsabilità che di certo non giovano al popolo siciliano.

Chi Vi scrive, interpreta il sentimento delle migliaia di cittadini che rappresentiamo e che auspicano un’azione volta a porre in essere impulsi e progetti concreti in direzione della salvaguardia e dello sviluppo delle nostre comunità.

Rimanendo fiduciosi in un Vostro cortese riscontro, porgiamo cordiali saluti”.

Milazzo: L’assessore Trimboli lascia la Giunta

L’assessore al Turismo del Comune di Milazzo Piera Trimboli lascia l’incarico di assessore della giunta Formica. In una lettera inviata ieri sera al primo cittadino, l’esponente del gruppo “Sicilia Futura” ha spiegato le ragioni della sua decisione. 

“Nel corso degli ultimi mesi è diventato per me sempre più problematico riuscire a conciliare impegni professionali e privati con un’azione amministrativa efficace e continua – scrive Trimboli –. L’incarico, che ho accettato e svolto con tanto entusiasmo, comporta un’attività costante e quotidiana che purtroppo non sono, al momento, più in grado di assicurare. Ciononostante rimango al servizio della mia città, con l’esperienza e la competenza maturata in questi quattro anni di attività amministrativa, a cui ho dedicato larga parte del mio tempo, portando avanti l’incarico affidatomi con passione e dedizione totale, com’è mia consuetudine fare nelle esperienze di vita che affronto. Ho amministrato insieme al sindaco e agli altri colleghi assessori condividendo la difficile, spesso impopolare, ma giusta impresa di ripristinare l’equilibrio finanziario e la buona politica dell’Ente”. 

Quindi il ringraziamento al sindaco “per avermi dato l’opportunità di vivere un’esperienza importante e formativa dal punto di vista umano e politico”, ai colleghi della giunta, ai consiglieri comunali di maggioranza e di opposizione, ai dipendenti comunali. 

“Ringrazio, inoltre, i cittadini, le associazioni, i commercianti, le imprese e gli enti con cui ho avuto modo di lavorare in questi anni – conclude l’assessore – da tutti ho ricevuto stimoli, consigli, suggerimenti, ma anche critiche costruttive che mi hanno aiutata a proporre, progettare, rimodulare programmi ed attività riguardanti le mie deleghe, tenuto conto delle ormai note difficoltà dell’Ente che hanno fortemente limitato la nostra capacità di azione politica”.

Il sindaco Formica, ricevuta la comunicazione ha voluto ringraziare “per l’attività svolta l’assessore Trimboli che, pur senza risorse economiche in questi anni è riuscita a portare avanti una programmazione più che accettabile in un settore importante come quello degli eventi ma anche della promozione culturale della città, come nel caso dell’inserimento di Milazzo nel circuito dei “Borghi d’Italia” ma anche altre attività nell’organizzazione di spettacoli col supporto anche dei privati”. 

Terme Vigliatore: sequestro preventivo di un’area demaniale abusivamente occupata

I Carabinieri della Stazione di Terme Vigliatore hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo emesso dal Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto su richiesta della locale Procura della Repubblica, diretta dal Procuratore Capo Dr. Emanuele Crescenti, nei confronti di due persone che, in concorso tra loro, sono ritenute responsabili di occupazione abusiva di area appartenente al demanio fluviale.

Il provvedimento scaturisce a seguito dalle indagini, coordinate dal Sost. Proc. della Repubblica Dr. Matteo De Micheli, svolte sin dal mese luglio scorso dai militari della Stazione Carabinieri di Terme Vigliatore unitamente allo Squadrone Eliportato “Cacciatori di Sicilia”, che hanno consentito di accertare che i due indagati hanno occupato abusivamente, senza avere alcun titolo abilitativo, un’area di proprietà del demanio fluviale, all’interno dell’alveo del torrente Patrì nel territorio del Comune di Terme Vigliatore. 

Dalle risultanze investigative è anche emerso che gli indagati hanno occupato l’area di proprietà del demanio fluviale con fabbricati realizzati in laterizi e copertura coibentata, utilizzati come luogo di parcheggio e manutenzione di mezzi pesanti e veicoli in genere.

Corsi d’oro 2, per Genovese condanna ridotta in appello

La Corte d’appello di Messina ha condannato a 6 anni e 8 mesi l’ex deputato del Pd e di Fi Francantonio Genovese, che in primo grado aveva avuto 11 anni, nel processo cosiddetto “Corsi d’oro 2” sulla formazione professionale. Il cognato Franco Rinaldi, ex deputato regionale del Pd e poi di Fi, ha subito una condanna più grave: 3 anni e 2 mesi (2 anni e mezzo in primo grado). L’appello riguarda 21 persone – anche le mogli dei due condannati – e sette società. i reati sono truffa, riciclaggio, falso in bilancio e altro.

Capo d’Orlando: On line le domande del trasporto scolastico e della mensa

Sono disponibili sul sito Internet del Comune di Capo d’Orlando i modelli per presentare la domanda per il trasporto scolastico sia per le scuole dell’obbligo (scadenza 30 ottobre), che per gli istituti superiori (scadenza 30 novembre).

Scade, invece, il 15 ottobre il termine per la presentazione delle domande per usufruire della mensa scolastica.

La mensa sarà gratuita per tutti gli alunni i cui genitori abbiano un reddito Isee fino a 10.632,94 euro.

Per chi ha un Isee superiore, invece, è previsto un costo di 26 euro per 20 pasti per gli alunni della Scuola dell’Infanzia, mentre per gli alunni della Scuola Primaria il costo sarà di 12 euro per otto pasti. Infine, per coloro che frequentano la scuola Scuola Secondaria di I Grado e con Isee superiore a 10,632,94 euro, il costo sarà di 13 euro per otto pasti.

Tutti i modelli di domanda sono scaricabili a questo link:

https://www.comune.capodorlando.me.it/modulistica2/category/29-area-scolastica

Circolare senza incidenti mortali? Obiettivo 26 settembre

Una circolazione stradale ad “impatto zero”. La polizia stradale di tutta Europa sta lavorando ad un progetto ambizioso dal titolo Project Eduard European Day Without a Road Death. Forse utopistico, ma in cui necessariamente bisogna crederci. Ridurre a zero gli incidenti mortali, almeno per un giorno. Il countdown sul sito https://projectedward.eu/it/ è già partito e terminerà il 26 settembre quando un task force della polizia stradale di tutta Europa sarà impegnata a ridurre, attraverso una forte azione deterrente, i rischi della guida su mezzi gommati. Un’operazione che prevede anche una serie di interventi propedeutici di sensibilizzazione, soprattutto verso le giovani generazioni. Ad intervenire ed illustrare il progetto, grazie alla collaborazione della prof.ssa Antonella Sciotto, sono stati, nell’ aula magna dell’ITET “G. Tomasi di Lampedusa”, il Sostituto Commissario Massimiliano Fiasconaro, responsabile del Distaccamento di Polizia Stradale di Sant’Agata Militello e il Sovraintendente capo Filippo La Rosa. Dall’analisi dei dati risulta ancora sconcertante il numero dei morti per incidenti stradali in Europa, anche se in progressiva diminuzione. In Italia nel 1972 i morti sono stati 11072, nel 2001 il numero scende a 7.096, mentre lo scorso anno i decessi a causa di incidenti stradali sono stati 3.325, mentre i feriti sono stati 242.621. Un numero comunque inaccettabile. Il miglioramento delle tecnologia a bordo delle auto ha contribuito ad aumentare gli standard di sicurezza, ma al contempo negli anni si sono aggiunte altre distrazione alla guida. Su tutte, l’uso degli smartphone alla guida rappresenta un pericolo costante, alimentato dalla presunzione di poter essere multitasking, mettendo in tal modo a rischio la propria vita e quella degli altri. Gli studenti, grazie alla grande capacità comunicativa degli ispettori Fiasconaro e La Rosa, hanno ascoltato fatti ineludibili e video dal forte impatto emotivo. Inoltre sono stati illustrati i rischi della guida in stato di ebrezza o a seguito di assunzione di sostanze stupefacenti. I controlli e le misure sanzionatorie fanno la loro parte importante, ma nulla servirebbe senza una corretta educazione alla guida dei veicoli. Il 26 settembre sta arrivando, nella speranza di registrare a fine giornata zero morti per incidenti stradali.

L’Asp di Messina organizza una campagna di prevenzione per la Valle del Mela

L’Azienda sanitaria provinciale di Messina realizzerà una campagna di sensibilizzazione e informazione sui temi della prevenzione, in particolare sui comportamenti e stili di vita corretti da adottare per la tutela della salute, per la popolazione della Valle del Mela.

La campagna di comunicazione, sarà itinerante nel territorio ad alto rischio ambientale ed oncologico e toccherà i Comuni di Milazzo, San Filippo del Mela, Santa Lucia del Mela, Pace del Mela, Condrò, Gualtieri Sicaminò e San Pier Niceto. Obiettivo della sensibilizzazione è coinvolgere attivamente tutte le Istituzioni fra cui la Diocesi, i Medici di medicina Generale, i Pediatri di Famiglia e gli stakeholders coinvolti (Croce Rossa, Cittadinanza Attiva, Legambiente, ItaliaNostra) che a vario titolo sono interessati alla tutela della salute pubblica, a cui i cittadini devono fare riferimento sui temi di protezione, prevenzione e sostenibilità del sistema ambientale.

Nell’ambito delle iniziative previste all’interno del Programma straordinario di interventi sanitari delle Aree a rischio ambientale/SIN della Sicilia, durante la settimana dedicata, si effettueranno attività di informazione e comunicazione sulle attività di prevenzione sul territorio, compresi momenti di animazione, e si offriranno visite e consigli sanitari sulla prevenzione oncologica, endocrino-metabolica e sui corretti stili di vita.

Per la condivisione e la promozione delle attività giorno 26 settembre con inizio alle ore 10.00 si svolgerà una conferenza programmatica presso la sala conferenze di Palazzo D’Amico, via Marina Garibaldi 72 a Milazzo.

Capo d’Orlando: La Polizia sequestra delle armi

Gli agenti del Commissariato di P.S. di Capo d’Orlando hanno denunciato in stato di libertà un trentacinquenne di origini messinesi, per aver trasferito delle armi dal luogo di detenzione senza averne dato comunicazione all’Autorità e per aver detenuto armi e munizioni senza averne denunciato il possesso.

I poliziotti nella giornata di ieri, a seguito di una perquisizione effettuata presso l’abitazione del 35enne estesa anche ad un capannone della ditta di cui lo stesso è titolare, hanno rinvenuto e sequestrato 4 fucili perché trasferiti dall’abitazione di residenza al luogo di rinvenimento senza la prevista comunicazione all’autorità competente; 2 baionette, 5 cartucce a palla cal. 16 e 22 cartucce per pistola cal. 7,65 detenute irregolarmente.

Nella circostanza si è provveduto a ritirare cautelarmente anche quanto detenuto regolarmente dallo stesso, e precisamente una rivoltella cal. 38, 213 munizioni di diverso calibro e la licenza di porto fucile per il tiro a volo.