Home Blog Pagina 2208

Fatturazione elettronica, agevolazioni dal 2017

Agevolazioni fiscali dal 2017 per incentivare la fatturazione elettronica tra imprese e professionisti: lo ha stabilito il Consiglio dei Ministri che ha approvato le modifiche al provvedimento esaminato il 17 luglio (dopo il via libera del 21 aprile) insieme ad altri due decreti attuativi della delega di Riforma Fiscale (internazionalizzazione imprese e certezza del diritto). Il contribuente che sceglierà le fatture elettroniche sarà esonerato da Spesometro ed obblighi di comunicazione relativi a black list e contratti di leasing. Il ricorso alle fatture elettroniche implicherà inoltre semplificazioni sui controlli fiscali, che potranno essere effettuati anche da remoto.
L’infrastruttura resta il Sistema di Interscambio (SiD) giù utilizzato dai fornitori della pubblica amministrazione. Per facilitare il passaggio, l’Agenzia delle Entrate conferma che, dal luglio 2016, sarà messo a punto un servizio base per la predisposizione del file contenente i dati della fattura, il suo invio e anche la conservazione delle fatture elettroniche. Per alcune specifiche categorie di soggetti IVA, il servizio relativo all’intero ciclo di gestione delle fatture elettroniche (generazione, invio e conservazione) già utilizzato per gli scambi con la PA, sarà gratuito.
Una delle novità introdotte con il secondo esame preliminare è un maggior coinvolgimento delle associazioni di categoria anche per andare incontro alle micro o piccole imprese artigianali senza dipendenti, o comunque senza un ufficio contabilità, nell’utilizzo della nuova procedura di fatturazione elettronica, che comporta non solo la generazione e l’invio telematico, ma anche la conservazione digitale dei documenti.

Frazzanò Folk Fest 2015, la seconda edizione al via dal 22 luglio

FRAZZANO’- Si avvia ai nastri di partenza la seconda edizione del “Frazzanò Folk Fest– Ethno World Music”,l’unico Festival nella Provincia di Messina, completamente dedicato alla musica etnica-popolare del Sud Italia e del Mediterraneo, e alle sue contaminazioni che si svolgerà da Mercoledì 22 Luglio a Domenica 26 Luglio 2015 a Frazzanò. La manifestazione, organizzata dal Comune in collaborazione con l’Associazione socio-culturale “Vivere Frazzanò” e con il contributo dell’Assessorato allo Sport, Turismo e Spettacolo della Regione Siciliana, dell’Assemblea Regionale Siciliana e dell’Unione dei Comuni dei Nebrodi, si riconferma tra gli eventi di punta dell’estate siciliana. Cinque giorni densi di convegni tematici, concerti e live show, workshop musicali, mercato di artigianato, degustazioni di pietanze tipiche. Le due location scelte per la kermesse folk saranno la Piazza Regina Adelasia (in cui si terranno i concerti dal 24 al 26 Luglio) e come new entry il Monastero di San Filippo di Fragalà (dove si esibiranno gli artisti nelle prime due serate). Dopo il successo dello scorso anno torna “Mercanzie”, una favolosa area market piena di bancarelle di artigianato e di prodotti tipici. Gli artisti che si esibiranno sono Oriana Civile, gli “Oi Dipnoi”, Michele Piccione, Nando Brusco, Carmelo Salemi e i “Tarabballà”, i “Baro Drom Orkestar”, i “Sonora Mediterranea”, gli “Original Sicilian Style”, i “Boo Daci’s”, i “Rarera Antica”, Eleonora Bordonaro e gli “Unavantaluna”, i “Kalascima”.

Raffineria Milazzo, indagini per omicidio colposo e lesioni colpose

repertorio

La procura di Barcellona ha notificato avvisi di conclusione delle indagini per omicidio colposo e lesioni colpose a carico di 20 persone coinvolte nell’inchiesta per la morte di 7 operai che avevano lavorato alla Raffineria di Milazzo. Il provvedimento riguarda gli amministratori e i direttori della raffineria che si sono susseguiti dal 1982 al 2010, i responsabili della sicurezza ed alcuni rappresentanti legali di altrettante imprese che operavano nello stabilimento. A tutti è stata contestato di aver omesso di adottare le precauzioni utili a contenere l’esposizione all’amianto e alle inalazioni di gas e polveri nocive. Intanto oggi in una nota l’associazione ambientalista Adasc di Milazzo sottolinea che “da ieri sera abbiamo ricevuto segnalazioni in merito alla presenza di denso fumo nero prodotto dalla torcia della raffineria di Milazzo e di un’intesa fiamma”.

Palermo ritrovata a lanterna delle Captive

Dopo oltre un anno è stata ritrovata una delle lanterne scomparse dalla passeggiata delle Mura delle Cattive. A dare la notizia sono Extroart e la Fondazione Wanted in occasione del progetto culturale dal titolo Panza&Presenza, patrocinato da Expo2015 e dal Comune di Palermo, attualmente in corso proprio alle Mura delle Cattive, la storica passeggiata che un tempo era destinata alle vedove o captive che non volevano farsi vedere da occhi indiscreti.La lanterna fa parte dell’impianto di illuminazione pubblica e proprio Extroart e Fondazione Wanted, ha realizzato un’azione di sensibilizzazione per ottenere notizie utili al ritrovamento. la lanterna si trovava in stato di abbandono in un cortile adiacente al monumento.

Stage retribuiti alla Commissione Europea

Sono aperte le candidature per svolgere stage presso la Commissione Europea e gli altri Organi dell’UE. Ogni anno la Commissione Europea rende disponibili circa 1400 tirocini retribuiti, suddivisi in due distinti periodi, con l’inserimento di 700 stagisti per ciascun periodo. Sono previste borse di stage da 1.000 euro al mese.
COMMISSIONE EUROPEA STAGE 2016
La Commissione Europea organizza, infatti, due volte l’anno tirocini per laureati laureati, che prevedono l’erogazione di una borsa mensile e la copertura delle spese di viaggio. Gli stage retribuiti in Commissione Europea hanno una durata di 5 mesi e le sedi di lavoro sono gli uffici di Bruxelles, Lussemburgo, Dublino e Londra, le Delegazioni (che sono anche a Roma e Milano) e le Rappresentanze.
I tirocinanti hanno l’opportunità di lavorare in Commissione Europea, o presso alcuni organi esecutivi e le agenzie delle istituzioni europee, in vari ambiti, occupandosi, in particolare, di organizzare incontri, gruppi di lavoro, forum e audizioni pubbliche, di ricercare e compilare documenti, rapporti, consultazioni, di rispondere alle richieste e di progetti in corso.
PERIODI
I 1.400 stage retribuiti in Commissione Europea sono suddivisi in due periodi dell’anno, secondo il seguente calendario:
– a partire dal 1° marzo, con candidature tra luglio e agosto;
– a partire dal 1° ottobre, con candidature a gennaio.
Entro il 31 agosto 2015 sarà possibile inviare la propria candidatura per svolgere un tirocinio che si svolgerà tra marzo e luglio 2016.
I tirocinanti ricevono una borsa di stage, il cui importo viene stabilito su base annuale, del valore di circa 1.000 euro mensili, più il rimborso delle spese di viaggio e l’assicurazione per malattie e infortuni.
I tirocini in Commissione Europea rappresentano un’esperienza professionale importante perché permettono agli stagisti di conoscere da vicino come si lavora nelle istituzioni europee, in un ambiente multietnico e multiculturale.
Gli interessati agli Stage retribuiti in Commissione Europea devono presentare la domanda online sul sito web del Traineeships Office, seguendo la procedura indicata. Sullo stesso sito sono presenti ulteriori informazioni sugli stage per laureati nella Commissione Europea.

Concorsi all’università di Catania, scadenza il 3 agosto

L’Università degli Studi di Catania ha indetto tre concorsi pubblici, per titoli e colloquio, per l’assunzione di personale tecnico – amministrativo con contratto di lavoro a tempo determinato. Nello specifico sono disponibili le seguenti posizioni:
– un posto per personale di Cat. D – Area Amministrativa-Gestionale, full time presso l’area della ricerca dell’Ateneo;
– un posto per personale di Cat. C – Area Amministrativa, part time (25 ore alla settimana) presso il dipartimento di Medicina Clinica Sperimentale;
– un posto per personale di Cat. D – Area Amministrativa-Gestionale, full time presso l’area della didattica dell’università.
Per candidarsi c’è tempo fino al 3 Agosto 2015.
REQUISITI
Saranno ammessi ai concorsi tutti i candidati che sono in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Unione Europea (solo se in possesso dei requisiti specificati nel bando);
– età non inferiore ai 18 anni;
– idoneità fisica all’impiego;
– godimento dei diritti politici;
– posizione regolare riguardo gli obblighi militari;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo e non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale.
SELEZIONE
L’iter di selezione per i tre bandi di concorso prevede la valutazione dei titoli dei candidati ed una prova d’esame che consisterà in un colloquio. Per conoscere nei dettagli gli argomenti delle prove d’esame vi rimandiamo alla lettura dei singoli bandi, pubblicati all’Albo online dell’Università degli Studi di Catania e sul sito internet dell’Ateneo nella sezione ‘Bandi’.

Digitale per il sociale, 15 mila euro per innovatori del web

Sono aperte le iscrizioni per partecipare al bando 2015 FunkyPrize, il concorso che premia coloro che, con la loro attività, usano e osano il digitale per migliorare la vita delle persone. Il concorso FunkyPrize mette in palio un premio da ben 15mila Euro. Per partecipare al contest in ambito digitale c’è tempo fino al 4 settembre 2015.
CONCORSO FUNKYPRIZE BANDO 2015
E’ stato pubblicato, infatti, il bando 2015 relativo al concorso FunkyPrize, il contest organizzato in memoria di Marco Zamperini (a.k.a. Funky Professor), informatico italiano, tra i pionieri di Internet nel nostro Paese e Chief Innovation Officer presso il gruppo NTT Data, una delle figure più influenti ed amate del web in Italia.
Il concorso, che mette in palio un premio da ben 15mila Euro, intende sostenere coloro che portano avanti il messaggio di Zamperini, per un utilizzo più maturo, diffuso e consapevole del web, e lo sviluppo della rete come mezzo per migliorare la qualità della vita e per creare nuove forme di partecipazione alla vita sociale ed economica del Paese.
Saranno prese in considerazione tutte quelle esperienze che hanno “osato” migliorare la vita delle persone in ambiti di interesse collettivo, nel rispetto delle seguenti linee guida:
– il digitale deve migliorare la vita delle persone;
– il digitale è connessione, scambio e cooperazione;
– scambio e cooperazione generano innovazione;
– innovazione è uso creativo di ciò che esiste già;
– il digitale è qui e ora.
DESTINATARI
Possono partecipare al bando FunkyPrize 2015 persone fisiche, Società o Enti, residenti o operanti stabilmente in Italia, muniti di codice fiscale, eccetto i membri del Comitato Premio Marco Zamperini, i promotori e i membri della Giuria del concorso, le aziende che finanziano il contest e i loro dipendenti.
PREMIAZIONE
Un’apposita Giuria, costituita da 5 membri nominati dal Consiglio Direttivo del Comitato Premio Marco Zamperini, procederà alla valutazione delle candidature al contest e all’assegnazione di un premio da 15.000 Euro, che potrà essere anche suddiviso tra più vincitori ex equo.
La selezione dei concorrenti terrà particolarmente conto dei seguenti criteri di valutazione:
– relazione delle attività con le tematiche della rete e del suo sviluppo;
– ampiezza e continuità del loro impatto sul pubblico cui sono rivolte;
– innovazione e spirito “funky”.
COME PARTECIPARE
Per partecipare al premio Marco Zamperini occorre accedere alla sezione web riservata alle iscrizioni al concorso sul sito www.funkyprize.org, entro il 4 settembre 2015.

Cercasi chef in Regno Unito

Nuove opportunità di lavoro nel Regno Unito per cuochi professionisti. È prevista una retribuzione annua fino ad un massimo di 32.900 Euro.
Una nota catena di ristoranti inglesi è alla ricerca di 25 Chef da inserire a tempo indeterminato nel proprio team.
Le risorse lavoreranno presso i ristoranti del brand siti in diverse cittadine britanniche, tra cui Bristol, Guildford, Oxford, Farnham e nelle sedi di prossima apertura. Per candidarsi all’offerta di lavoro è necessario inoltrare il proprio CV entro il 31 Agosto 2015.

POSIZIONI APERTE
Le figure professionali ricercate per il lavoro nel Regno Unito sono le seguenti:
– Capo Chef (Commis Chef);
– Chef de Partie;
– Demi Chef de Partie;
– Chef specializzato.

MANSIONI
L’offerta di lavoro si rivolge ai cuochi che sono in grado di svolgere le seguenti mansioni:
– preparare diversi piatti a seconda del menu di stagione;
– assicurarsi che gli alimenti siano conservati correttamente;
– mantenere il programma di pulizia ed assicurarsi che sia rispettato;
– gestire le attività del proprio settore di competenza a seconda delle richieste;
– buona abilità nell’utilizzo del coltello per la preparazione dei piatti base.

REQUISITI
Tutti i candidati al lavoro per 25 chef devono possedere i presenti requisiti:
– aver lavorato per almeno un anno in una cucina;
– conoscenza della lingua inglese a livello base-intermedio (A2 oppure B1);
– essere appassionati del mondo del cibo;
– buona presenza e motivazione.

CONTRATTO E STIPENDIO
L’offerta di lavoro prevede l’assunzione con contratto a tempo indeterminato ed un impegno settimanale di 40-45 alla settimana. La retribuzione annuale prevista è variabile, da un minimo di 18.000 £ (circa 25.809 Euro) fino ad un massimo di 23.000 £ (circa 32.978 Euro).
Inoltre, sarà offerta assistenza per il trasloco e le pratiche amministrative (conto bancario, codice fiscale etc.) ed il pagamento dell’alloggio per le prime 2/3 settimane di soggiorno, oltre al supporto per la ricerca di un appartamento. Infine, ai candidati sarà consegnata la divisa e saranno garantiti pasti gratuiti durante l’orario di lavoro.

COME CANDIDARSI
Per partecipare alle selezioni per il lavoro per cuochi nel Regno Unito i candidati dovranno inviare entro il 31 Agosto 2015 una mail in lingua inglese a: euresto.recruiting@cittametropolitana.torino.it specificando nell’oggetto dell’email la figura d’interesse.
Per tutti i dettagli vi rimandiamo al testo dell’ANNUNCIO di lavoro che è stato pubblicato sul sito web Eures, la rete dedicata alla ricerca di lavoro in Europa.

ATM, in arrivo cinque nuovi bus

MESSINA – Cinque nuovi autobus sono in arrivo all’Atm. Il direttore generale dell’Azienda Trasporti Messinese Giovanni Foti ha deciso di ampliare senza soste il parco macchine dell’ente di via La Farina. La municipalizzata sta infatti espletando la nuova gara con procedura negoziata per la fornitura di 5 bus urbani alimentati a gasolio di una lunghezza compresa tra i 7,60 e gli 8,60 metri. Il valore stimato dell’appalto è di 1 milione di euro. Il termine massimo per la consegna dei mezzi è di 90 giorni e dunque in autunno gli autobus dovrebbero vedersi nel piazzale Atm. Le offerte sono già state consegnate il 13 luglio. Dall’Atm si è in attesa della comunicazione ufficiale. Lo scorso mese, in conferenza stampa, il manager Foti aveva sottolineato che in un anno, da giugno 2014 allo stesso mese del 2015 gli autobus erano saliti da 25 a 50, i tram da 5 a 8, gli scuolabus da 0 a 7 ed erano state avviate gare per 17 nuovi mezzi gommati che entreranno in circolazione a fine 2015. Nel maggio scorso la gara per diciassette mezzi gommati che saranno a disposizione nei prossimi mesi degli utenti messinesi andando ad aumentare il parco macchine che ruota oggi intorno ai 45 mezzi.

Mafia, operazione della Dia tra Lazio, Campania e Sicilia

Venti arresti, perquisizioni e un sequestro del valore di 100 milioni di euro. E’ il bialncio provvisorio di una vasta operazione del Centro operativo Dia di Roma, coadiuvato dalle articolazioni Dia di Napoli, Salerno, Palermo, Caltanissetta, Catania e Bologna, che sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Dda, nei confronti di 20 persone, ritenute responsabili dei reati di associazione mafiosa, illecita concorrenza con minaccia o violenza, estorsione ed altro. Oltre 200 uomini della Direzione investigativa antimafia, supportati dalle forze di polizie territoriali, sono impegnati, sin dalle prime ore del mattino, nell’operazione.